Promozione Siti Web

 

 

Tutti i proprietari di siti commerciali hanno lo stesso problema:

c’è bisogno di ottenere più traffico per vendere di più

chi utilizza scorciatoie e metodi vietati viene prima o poi penalizzato da Google e non si rialza più

ma un sistema che funziona esiste…

 

Gli errori più comuni

headacheDa quella che è la nostra esperienza gli errori commessi da chi viene da noi ricadono in una di queste categorie:

  1. Il cliente ha un sito “di vecchia generazione”, che non è stato assolutamente promosso su internet. Dieci anni fa bastava fare un sito per vederlo funzionare, oggi questo non basta più.
  2. Il cliente ha un sito che è stato promosso con campagne pubblicitarie a pagamento (pay per click) su Google, Facebook, e/o altri siti; ma dopo un pò ha concluso che questa pubblicità è troppo costosa e, anche a causa di una errata strategia di base, non ha portato risultati duraturi. A volte il cliente non è in grado di misurare i progressi (“mi è convenuto o ci ho rimesso?”)
  3. Il cliente ha un e-commerce non ottimizzato con le parole chiave-SEO (questo problema oggi è cruciale solo per gli e-commerce, per i siti normali l’importanza del SEO è relativa)
  4. Il cliente ha un sito ottimizzato, magari con un blog e una pagina facebook, ma siccome il suo business principale lo impegna non riesce a promuoverli sui social network e beneficiare di quello che il sito può rendere per lui
  5. Il cliente ha un sito che è stato penalizzato da Google

 

 

Come scegliere un buon consulente

 

Chiunque si occupi di promuovere un sito costa denaro e, ancora più importante, consuma tempo prezioso perciò va scelto con attenzione.

Siate molto sospettosi in questi casi:

  • Se vi si “garantisce” il primo posto in google per parole chiave ricercate. Nessuno è in grado di dare questa garanzia, se qualcuno lo fa, diffidate
  • Se i risultati ottenuti non sono misurabili. E’ vostro diritto poter misurare i vantaggi ottenuti, e se non c’è stato miglioramento, non ha senso proseguire la collaborazione. Se non siete in grado di misurare i progressi o, peggio, se non avete accesso alle vostre statistiche delle visite, siete davvero in cattive mani.
  • Se il consulente non rivela i metodi che usa e se non vi assicura di usare metodi leciti. L’uso di tecniche vietate (dette “black-hat”) porta prima o poi alla penalizzazione del sito, e da quella difficilmente ci si rialza.
  • Se si affida quasi esclusivamente alla promozione a pagamento pay per click. Dal momento che smettete di pagare, se non è stata impostata una strategia specifica, il vantaggio avuto svanisce in gran parte.


Siti Web Bologna - sito personale - Info/Contatti