Aggregatori di news, blog e feed: Link building per blogger

Non tutti i blogger sanno che per promuovere il propri articoli e ottenere più traffico si possono inviare le proprie notizie agli aggregatori di news. Ecco una lista di tutti i migliori italiani.

Questo articolo, completando quanto visto nell’elenco delle Directory Italiane il quale vale per tutti i tipi di siti, ti spiega come fare spendendo il minimo del tempo necessario. Anche questo post viene costantemente aggiornato con i risultati dei test, tienilo d’occhio.

Ultimo aggiornamento: 08 Novembre 2015

La lista degli aggregatori di notizie funzionanti e consigliati

Questi sono aggregatori, ovvero siti che mostreranno un piccolo estratto del tuo articolo con il link all’articolo originale. Proprio quest’ultimo link ti fornirà visibilità, traffico, e punteggio DA/PA/PageRank.

Appena hai pronto un nuovo post, segnalalo a tutti i siti elencati nella lista qui sotto e, la prima volta, crea un account che userai poi per promuovere tutti gli articoli successivi.

Per segnalare su ognuno di questi “aggregatori di notizie” dovrai inserire l’URL del post (anche detto permalink). Non inviare l’indirizzo generale del tuo blog, devi proprio inviare l’URL del singolo articolo! Dovrai infine scegliere una categoria in cui l’articolo andrà inquadrato e elencare alcune parole chiave (tags) per rendere il contenuto ricercabile in modo migliore.

La prima volta potrà sembrare macchinoso ma abituandosi a seguire la lista per ogni articolo si ottimizza e si riesce poi a fare tutto in tempi ragionevoli.

In ognuno dei siti qui recensiti ho verificato se i link risultano poi visibili dai motori di ricerca.

  • OkNotizie di Virgilio – Aggregatore generalista, si usa sempre nello stesso modo dei precedenti. il link viene visto da Google e Yahoo come proveniente dal dominio virgilio.it. Funziona, veloce, consigliato.
  • www.mister-x.it – PageRank 3, Pubblichi singole notizie o segnali un intero blog. Purtroppo i link all’articolo originale sono nofollow.

Tematici

  • Casa-X – Aggregatore di notizie dedicate al mondo dell’immobiliare. Contattare il gestore segnalando il proprio sito per averlo incluso.

Aggregatori di blog

Questi siti prevendono che tu inserisca l’indirizzo del tuo blog e l’indirizzo del cosiddetto “feed RSS” ovvero la versione solo-testo dei post. Da quel punto in poi ci pensano loro a verificare giornalmente la presenza di nuovi articoli, ripostandoli.

Verifica sempre i link che fanno verso di te e evita che copino integralmente il testo dei tuoi articoli. Una parte è OK (400-500 caratteri sono lo standard) ma tutto no, altrimenti Google potrebbe pensare che sei tu a copiare il sito aggregatore, e non viceversa!

  • Liquida – Molto popolare (PR 6!) puoi segnalare un intero blog per l’inclusione ma non deve essere altro che un blog di contenuto (no blog personali, no blog denro siti istituzionali o commerciali…) ciò restringe un pò il campo.
  • Feedelissimo.com – E’ suddiviso in varie categorie tematiche e ogni home page di categoria ha PageRank 3, quindi è un ottimo trampolino di lancio. Se ricambi con un link verso feedelissimo, i link verso di te saranno dofollow.
  • Notizie-Informatiche.com – Puoi segnalare l’intero blog, attenzione: è solo per contenuti sull’informatica. PageRank 4.
  • BlogStreet – Page Rank 4 con link veri in home page! Si segnala l’intero blog. Da provare.

 Aggregatori attualmente in test

  • www.bloghissimo.it – Accetta la segnalazione di un intero blog e richiede la pubblicazione di un banner con link verso di loro. Mostra i post in una struttura a frame. Pare un pò lento, pageRank 2 sulla home. Se il link vengono visti da Google… vedremo.
  • news.abc24.it  – PageRank 2, accetta un codice AdSense per fare revenue sharing. I link sono nofollow, però qualcosa conteranno pure… I primi test non sono andati bene, l’inserimento notizia termina un bel server error 500.
  • www.pompinotizie.com – PageRank 2, si propone come aggregatore alternativo (dal nome si capiva) per “pompare” le news. Link con redirect… servirà?
  • www.limegator.it – Aggrega l’intero blog usando il feed come fonte. PageRank 2, link con nofollow  (mmm).
  • www.viaggrego.it – Aggregatore generalista, si segnala il proprio blog, da cui verranno estratte le introduzioni agli articoli. E’ nuovo ma i link verso il vs. sito sono dofollow. Richiede l’inserimento di un bannerino (antipixel) sul vs. blog.

Altri aggregatori meno consigliabili (usate a vs. discrezione)

www.ilbloggatore.com – Tematico su “informatica”, ha PageRank 5 e richiede per l’iscrizione del vs. sito l’inserimento di una immagine con link. Va valutato bene se convenga iscriversi, fanno verso di voi link “nofollow” e i post aggregati risulteranno nelle ricerche prima di quelli originali (grazie Google!)

www.ZicZac.it – Semplice da usare, clicca [SEGNALA UNA NOTIZIA] per iniziare a segnalare il tuo articolo. Purtroppo a causa di un sapiente uso di frames interni e link nofollow (ah, fantastico!), nessun link verso il tuo blog verrà visto dai motori di ricerca. Diciamo che se il pezzo è buono otterrai qualche visita in più.

www.diggita.it – Fa il verso al famoso Digg (v. sotto) ma è un normale aggregatore come gli altri. Ci si può registrare anche con un proprio profilo Facebook o Twitter. La homepage ha PR 5 e i link sarebbero veri, purtroppo è infarcito di pop-up e pubblicità in modo inverosimile, e nei nostri test è risultato invisibile forse a causa di strutture di frame non navigabili dai motori di ricerca. Per me è da evitare.

www.paperblog.it – Attenzione a questo aggregatore! una volta iscritti copia in modo integrale il testo dei vs. articoli e al momento vi fa sottoscrivere un accordo con cui “regalate” i diritti di sfruttamento dei vs. contenuti (integrali!) a loro. A un mio cliente è capitato che i cloni apparsi su Paperblog uscissero nei risultati prima degli originali. A mio avviso è un’autogol, poi ognuno faccia i conti per sè.

Non solo aggregatori

Digg.com – E’ in inglese e potresti chiederti perchè usarlo. E’ molto utilizzato, pare che i link siano visibili da Google. Si spera lavorino presto sulla localizzazione come già successo per ReddIt. Disponibile toolbar e altri pulsanti vari per segnalare la notizia in modo agevole.

StumbleUpon – Simile a Digg, pare abbia un nutrito gruppo di fan anche in Italia. Si può usare anche per segnalare una pagina web interessante che non sia un post o blog.

E infine

Aggregatori notizie su DMOZ – una lista abbastanza aggiornata, senza grossi consigli però. Per chi vuol provarle tutte.

Ciò conclude la lista.

Se te la sei perso/a, rimando alla lista delle directory italiane per una ulteriore promozione del tuo sito.

 

Come sempre, commenti, domande e segnalazioni di nuovi o sconosciuti aggregatori di news potete farle sulla mia pagina Facebook (cliccare “Mi Piace” per ottenere la possibilità di interagire).



me
Su Cristiano Leoni
Cristiano Leoni è sviluppatore di siti web ed è specializzato in tecnologie e soluzioni avanzate per Internet, in particolare PHP, Wordpress e Prestashop.
Puoi seguirlo su Siti Web Bologna su Google+, Siti Web Bologna su Twitter, Siti Web Bologna su Facebook,

Siti Web Bologna - sito personale - Info/Contatti