Directory italiane per acquisire link

Un fattore molto importante per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca, importante almeno quanto l’ottimizzazione del sito web, è il numero di link che entrano le vostro sito. La quantità e la qualità dei link influenzano positivamente il PageRank, ovvero la misura di popolarità che Google dà alla vostra home page (e a ognuna delle vostre pagine).

Ecco le Directory Italiane che funzionano, testate per voi. L’attività di link building andrebbe svolta con costanza e regolarità, ma se avete veramente poco tempo da impegnare il minimo che potete fare è inserire il vostro sito nelle principali directory italiane.

Qui sotto ne avete una lista quanto più possibile esaustiva. Mettetela nei preferiti e usatela a mò di check-list ogni volta che lanciate un nuovo sito.

Tutte le directory sono state testate e per ognuna ho controllato l’effettivo inserimento del sito segnalato e il tempi di risposta. Vedete anche la seconda lista relativa a quelle nuove, attualmente in fase di test.

 

Nella lista ho cercato di evidenziare, ove possibile:

  • PageRank della HomePage. Più è alta, più la directory è popolare (anche se conta fino a un certo punto, andrebbe visto il PageRank della pagine dove vi mettono). Il valore si riferisce a quando è stata fatta la prima rilevazione. Attenzione: potrebbe essere cambiata.
  • Numero di pagine indicizzate su Google. Un numero alto è indice di qualità, ancora maggiore del PageRank, che in realtà si riferisce allla singola pagina. Attenzione: potrebbe essere cambiata.
  • Eventuale presenza di link nofollow o su scheda separata, sono indici di cattiva qualità. Molto in breve: se il link è “nofollow” il motore di ricerca non vi fornirà punteggio per quel link. Bene se il link è sulla pagina che contiene gli altri a siti simili, male se il link è presente su scheda separata: una scheda che “riassume” il contenuto di un sito raramente verrà ritenuta utile da Google, che quindi non la indicizzerà, e quel link non verrà mai conteggiato.
  • Presenza o meno di un motore di ricerca. A una settimana di distanza dalla segnalazione, vi chiederete: “Avranno già recensito il mio sito? Dove l’avranno messo?” e per questo è un problema se manca il box di ricerca. Nel caso, provate a usare Google specificando il nome del vostro sito e poi site:www.indirizzodelladirectory.it per specificare che volete solo i risultati nella directory. Tenete comunque presente che Google ci mette un pò a “vedere” le modifiche…
  • Feedback: ti fanno sapere qualcosa a inserimento avvenuto?
  • Esito: Grazie a una rilevazione eseguita a 4 mesi dalla segnalazione, ho cercato di capire quali directory si sono rivelate effettivamente utili e quali no. Quelle che non hanno dato esito utile le ho tolte dalla prima lista.

Questo post viene costantemente aggiornato! (Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2016)

  1. www.TheSpider.it – Directory e motore di ricerca di soli siti italiani. PageRank 5, 1.800 pagine indicizzate. Feedback via email, controllano, vi inseriscono in tempi ragionevoli. Caldamente consigliato.
  2. ProfDirectory – 15.000 pagine indicizzate, fa link diretti, PageRank 4 sulla homepage. Richiesto link reciproco. Testata efficace. Consigliata.
  3. DMOZ o Open Directory Project (ODP) – Utilizzato da Google Directory e numerosi altri servizi, è di importanza elevatissima. Purtroppo i tempi di accettazione di un nuovo sito sono biblici. PageRank 8. Se il vs. sito è in lingua italiana va segnalato a partire dalla categoria World / Italiano …  Attenzione: evitate di sottoporre il vs. sito più volte nello spazio di due mesi o finirete in fondo alla lista delle proprità degli esaminatori.
  4. http://www.safelist-italiana.it/directory – PageRank 2. Interessante la possibilità di acquistare spazi link sponsorizzati 10 Eur per 1 anno, visto che alcune pagine di categoria hanno PageRank. Testata efficace: il nostro link di prova è stato visto da Google. Necessario purtroppo il link di ritorno su una pagina a scelta.
  5. http://www.nettilandia.com/directoryNettilandia – Utilizza ora link diretti, PR 3. Offre anche un’area riservata per la modifica dei siti.
  6. Freeonline.org – E’ enorme questa “guida italiana alle risorse gratuite della Rete”. 38.000 pagine indicizzate (!), PageRank 6. Attenzione: è una directory per risorse gratuite, quindi perchè il vostro sito venga incluso, dovete evidenziare le risorse gratuite che offrite.
  7. directory.e-max.it – 13.200 pagine indicizzate, PageRank 5 sulla homepage, link uscenti purtroppo su scheda singola. Design pulito e curato, velocità buona, conferma immediata via mail. Registrarsi per sottoporre più siti. Valutazione: Consigliata ed efficace. Aggiornamento: la pagina di segnalazione siti ha smesso di funzionare? Sono solo andati in ferie? Lo scopriremo presto.
  8. Web Directory Italia – Link diretti, link di ritorno facoltativo. PR 3 e 2.000+ pagine indicizzate. Dai test eseguiti abbiamo verificato che i link vengono visti da Google, ma sono stati rilevati tempi lunghi per l’accettazione e alcune segnalazioni di siti sono state respinte senza motivo apparente. Non è presente un modulo per i contatti né un indirizzo. Valutazione: border-line.
  9. La Mia Directory – 4.400 pagine indicizzate, fa link diretti, PageRank 5 sulla homepage. Accettano link a pagamento a tariffe molto convenienti (< 2 EUR), purtroppo le pagine di alcune sottocategorie non hanno PageRank il che le rende poco appetibili, vogliono link reciproco.

Attualmente in fase di test

Consiglio anche di provare le seguenti:

  • seodirectorylinks.it – Link reciproco facoltativo, va creato obbligatoriamente un account utilizzabile per segnalare anche più siti.
  • www.gratislink.it – Vi linka vi chiede di ricambiare con un link reciproco su pagina a scelta. Caratteristica interessante è quella di mostrare i link a rotazione, in modo da offrire lo stesso beneficio a tutti i siti iscritti.
  • www.premium-directory.it – Richiede registrazione ma prevede un piano base gratuito e opzioni a pagamento per maggiore visibilità. Permette di georeferenziare l’attività commerciale, caratteristica interessante per i negozi.
  • OPPIP – Inserimento gratuito con link reciproco opzionale.
  • www.my-network.it/
  • eDir24.it – Inserimento gratuito con link reciproco, molta pubblicità.
  • LinkUrl – Inserimento gratuito con link reciproco, confusionario, pieno di pubblicità.
  • ScopriWeb – Inserimento gratuito ma vogliono link reciproco E un Like, caratteri piccolissimi da leggere quindi non mobile friendly, opzione per inserimento a pagamento.
  • Siti-Gratis – Inserimento gratuito ma vogliono link reciproco.

Non sono directory

I seguenti siti non sono directory ma sono validi per segnalare il vostro sito, crearvi da soli un link entrante e magari per proporre ad altri uno scambio link.

  • Forum di AlVerde.net – Registrarsi prima di segnalare. Se si ha tempo per un pò di auto-formazione, vale la pena guardare anche gli altri forum, sono una preziosa risorsa.
  • Forum di Html.it – Registrarsi prima di segnalare.
  • GiorioTave Presentaci un sito – Questo è PR3, registrarsi prima di tutto. Il resto del forum è una vera miniera di informazioni.

Directory che non consiglio

Le seguenti sono state inserite in questa lista per diversi motivi: Alcune sono risultate lente a inserire i siti segnalati o addirittura inattive da mesi. Alcune invece usano tecniche che definirei “poco ortodosse” per i link, ovvero finalizzate a “conservare” il pagerank e/o non rendere visibili i link a Google (signori gestori, che ci iscriviamo a fare allora?). Le indico per completezza, con relative note. Ognuno veda se usarle o meno. Invito i rispettivi gestori a replicare sulla mia pagina Facebook, sono sempre disponibile a cambiare parere se ce n’è motivo.

  • tagdirectory.altervista.org – Directory di nuova concezione basata su tags e frasi chiave. Ci si può registrare per sottoporre più siti, si può impostare il tag title se lo si desidera e i link sono tutti “veri” dofollow. E’ persino possibile specificare pagine diverse per lo stesso sito, collegate alle vere tag pertinenti. Un esperimento innovativo, peccato che – forse a causa del complesso meccanismo di navigazione – nessuno dei link da me sottoposti sia mai stato visto da Google, e il pageRank della directory è tuttora rimasto zero. Qualcosa evidentemente non va.
  • http://www.seodir.it/ – SEODIR – PageRank 3, fa link diretti. Purtroppo vogliono link di ritorno abbligatorio e nella stessa pagina che avete segnalato (in teoria dovreste metterlo sulla home…). Consiglio di verificare prima il PageRank della pagina di categoria in cui vorreste essere segnalati. Molte di queste hanno PR zero, in questo caso lo scambio potrebbe non essere vantaggioso per voi. Ci si può registrare per segnalare più siti. Nel mio test la segnalazione non è andata a buon fine con messaggi d’errore fuori luogo. Deludente.
  • http://www.great.it/ – GREAT – PageRank 4, gratuita. Purtroppo le pagine sono lentissime ad aprirsi e le pagine relative alle varie categorie hanno spesso PageRank 0, contengono molti siti spam e questo non è indice di qualità.
  • http://www.madeinitalydirectory.com – Directory Made in Italy – PageRank 2, 377 pagine indicizzate. A causa di quello che definirei un errore di progettazione (descrizioni corte, link sempre sulla frase “visita il mio sito”, niente miniature) riesce poco efficace, le pagine di categoria risultano infatti snobbate da Google. Peccato, perchè i link sarebbero diretti.
  • http://www.goldenweb.it – GOLDENWEB – 6.000 pagine indicizzate e PageRank 4 MA purtroppo ciò è dovuto a contenuti che nulla hann oa che fare con la directory. Da un esame più approfondito si vede che purtroppo i link sono implementati con redirect interni, e per giunta nofollow (che generosi). Google li ha ricompensati di conseguenza: le varie pagine di categoria hanno PageRank zero… evitare!
  • http://directory.pubblicitaonline.it/ – Richiede la creazione di un account per aggiungere siti, tutto gratuito, funzione “vota il sito”. Inviano feedback e sono rapidi all’inserimento. Ha 5.700 pagine indicizzate su Google, PageRank 5. Peccato che tutti i link non puntino verso il vostro sito, gli utenti arriverebbero cliccando un pulsantino “Visita il sito” che funziona con un redirect. Inoltre il vostro sito si aprirebbe dentro un Iframe con un banner aggiunto da loro. Grazie, il prossimo!
  • http://www.directory-italia.com/ – Directory Italia – Nuova gestione, PageRank 3, i test hanno dimostrato che Google “vede” i link provenienti da loro. La politica link ritorno, gratis, pagamento è variata nel corso del tempo, occorre verificare. Nei test mi hanno eliminato dopo un paio di mesi un sito valido senza spiegazioni, cosa che non apprezzo mai, quindi da allora la evito.
  • http://www.metacom.to/ – METACOM – Motore di ricerca italiano con directory integrata. Dopo ottime prestazioni hanno modificato la politica di linking, che ora passa per uno script interno. Risultato: Google non vede più i link verso il vs. sito. Il prossimo, grazie!
  • http://www.cionfs.com/directory/ – Dopo pochi giorni danno un responso sull’inserimento del sito, purtroppo non è immediato capire dove è stato messo. 2.600 pagine indicizzate e PageRank 2. Tutti i link sono “nofollow”.
  • http://www.sharelook.it/ – SHARELOOK – PageRank 4 per questa versione italiana del motore di ricerca / directory “Sharelook” esistente anche in altre lingue e paesi. Circa 1.000 pagine indicizzate da Google. Inviano un email di feedback avvertendo che l’inserimento può richiedere 6-8 settimane. Peccato che tutti i link non puntino verso il vostro sito, gli utenti arrivano tramite un redirect. Inutile.
  • http://www.partidaqui.it/ – PARTDAQUI – Portale-directory con tanti servizi utili. Segnalazioni prontamente inserite, funzione vota il sito, scambio link opzionale. PageRank 3. Ma andando a vedere bene i link sono dei popup Javascript che Google non vede… Com’era.. viadaqui?
  • http://pagineamiche.it/ – PagineAmiche.it – PageRank caduto a ND, link diretti (purtroppo su scheda a sé), link di ritorno obbligatorio. Ci si può registrare per sottoporre più siti, purtroppo nel momento in cui scrivo la procedura di login porta a una pagina con virus, il che non è un buon segnale. La pagina Contatti non contiene nulla… sa di abbandono.
  • http://www.gratuito.st – Gratuito Street – Elenca siti che propongono qualcosa di gratuito – semplice e immediato, link diretti, PageRank 4. Qui abbiamo sottoposto due siti nel gennaio 2012 e ancora non si vedono. Inoltre una segnalazione appena fatta porta a una pagina con errore 404. Altro sito da scartare.
  • http://www.rafnet.org/ – RAFNET – Directory di quasi 5.000 pagine indicizzate da Google (!). PageRank 3. Attenzione: Non mi sono sembrati molto rapidi a inserire i siti segnalati, inoltre i link sono implementati con un redirect (tempo sprecato).
  • http://outseek.org/ – OUTSEEK – Directory con ricerca, organizzato a mò di vetrina degli ultimi siti inseriti, evidentemente i siti sono selezionati a mano il che significa che non tutti sono approvati. 2.600 pagine indicizzate da Google e PageRank 4, feedback via mail. Peccato, i miei siti prima inseriti e apparsi sono poi naturalmente spariti, tutto tempo perso.
  • http://vai.st/- VAI.ST – E’ un motore di ricerca con PageRank 3 e poche pagine indicizzate da google (comprensibilmente: non è una directory e le pagine sono generate a partire dalle ricerche). Si dovrebbe ricevere un feedback a inserimento avvenuto.
  • http://www.katalogato.com/ – KATALOGATO – Recensiscono manualmente i siti segnalati e “li inseriscono se ritenuti validi”, forse per questo l’inserimento richiede un pò più di tempo. PageRank 3. Si vede che i miei siti non erano ritenuti validi, nei test non è mai risultato un link a segno. Tò, anche per me questo non è valido.
  • http://primadirectory.altervista.org – PrimaDirectory – Nuova, link diretti, link di ritorno facoltativo, registrazione disponibile per segnalare più siti. Per due volte provata con due siti diversi e per entrambe le volte il sito è stato eliminato senza una ragione plausibile. Per quanto mi riguarda, è out.
  • Pippo.itPIPPO – Portale che ospita una piccola directory, ha PageRank 4 e iscrizione gratuita. Poche pagine indicizzate da Google, forse dovute alla directory che ha relativamente poche categorie. Spezzo una lancia in favore di pippo.it: Google ha effettivamente visto un link verso un sito da me segnalato. Peccato che non sono più riuscito a trovarlo nella directory…
  • GT directory – La directory di giorgiotave.it, un’autorità sul web. Scambio link facoltativo, 1.650 pagine indicizzate su Google, PageRank 4. Attenzione: Non sembra aggiornata di frequente, la segnalazione potrebbe rimanere nel cassetto per un pò.
  • http://www.abcitaly.com/ – Attenzione: Ho trovato in homepage una news relativa a siti inseriti 8 mesi fa, sembra un progetto abbandonato. Peccato, è gratuito e ha PageRank 5, oltre 3.000 pagine indicizzate.
  • http://dir.laragnatela.com/ – La Ragnatela – Directory gratuita, sembra che contenga anche sotto-siti di uno stesso dominio, il che può essere utile ma evidentemente poco gradito da Google che ne ha indicizzato solo poche pagine. PageRank 4. Attenzione: In home page campeggiano link a siti aggiunti un anno fa.
  • http://www.oblok.it/- OBLOK – Altra directory con link implementati via redirect interni, nessun motore di ricerca li vedrà mai. Page Rank 3. Peccato.
  • http://www.mooseek.com/webdir.php – MOOSEEK Directory – A dispetto del resto del sito veramente interessante (pageRank 4!)  i link (diretti) sono purtroppo su schede singole senza PageRank, e per giunta impestate di pubblicità. Peccato.
  • http://www.sempreweb.it/ – SempreWeb.it – Directory gratuita, non mi è sembrata facilissima da navigare, tag cloud, 1480 pagine indicizzate e PageRank 3. Consiglio di iscriversi (è gratuito) in modo da poter effettuare più inserimenti e modificare, volendo, le informazioni relative ai propri siti. I siti da me segnalati sono rimasti nel “limbo” del pannello di controllo per mesi e non risultano tuttora segnalati. Per me è stato tempo sprecato.
  • http://www.my-network.it/ – My Network – PageRank 3, quasi 400 pagine indicizzate da Google. Ci si registra per poter sottoporre e gestire più siti. Siti inviati per il test sono rimasti parcheggiati nel pannello di controllo per mesi senza un perchè.
  • http://www.xpdirectory.com/ – Xpdirectory – Directory organizzata con elementi di ricerca quali tag-cloud e filtri, purtroppo non sempre semplice da consultare. PageRank 2. Ci si può registrare in modo da poter verificare poi l’esito delle varie segnalazioni fatte, purtroppo durante i test il sito tende ad andare in una sorta di ‘meditazione guru’ aprendo la scheda account, il che lascia molto a desiderare: è difficile quindi inviare un sito come utente registrato e verificarne l’esito.
  • http://www.elencositi.it – Elenco Siti – Altra directory che mette i link verso il vs. sito su una scheda a parte, la quale ha di norma PageRank non classificato. Inutile.
  • www.mrlink.it – pageRank 5. Link diretti ma purtroppo su scheda a parte, cosa che riduce di molto l’utilità. Il link reciproco non sarebbe obbligatorio. Sito di una lentezza esasperante, avrebbe bisogno di un buon hosting (a proposito l’avete letta la nostra guida?), peccato.

Tornate a visitare questo sito nei prossimi giorni per ulteriori risorse e consigli su come sottoporre il vostro sito alle directory: ci sono alcuni trucchi che vi permettono di risparmiare tempo e denaro.

 



me
Su Cristiano Leoni
Cristiano Leoni è sviluppatore di siti web ed è specializzato in tecnologie e soluzioni avanzate per Internet, in particolare PHP, Wordpress e Prestashop.
Puoi seguirlo su Siti Web Bologna su Google+, Siti Web Bologna su Twitter, Siti Web Bologna su Facebook,

Siti Web Bologna - sito personale - Info/Contatti